Il senatore Arrigoni (Lega Nord) interviene sul sistema rifiuti umbro: “Sospetti fondati, le indagini vadano avanti”

LA SETTIMANA PROSSIMA A ROMA UNA CONFERENZA STAMPA PER PRESENTARE IL QUADRO COMPLESSIVO DELLA SITUAZIONE

Riceviamo e pubblichiamo la nota del senatore Paolo Arrigoni: Gravi responsabilità nella gestione del percolato della discarica La Valle della Thyssen Krupp a Terni, appalti milionari legati a Gest e Gesenu e poi ancora, gestione opaca delle discariche e del ciclo di raccolta differenziata, meccanismi finanziari sotto la lente del Nucleo di Polizia Tributaria: tutto quello che sta emergendo dai verbali pubblici delle audizioni della Commissione Bicamerale d’Inchiesta sugli Ecoreati, conferma che la richiesta da me avanzata di aprire un fascicolo d’inchiesta sull’Umbria era assolutamente fondata.

Le realtà che stanno venendo a galla rispecchiano quanto denunciato da mesi dalla Lega Nord in relazione al “Sistema rifiuti” umbro. Un sistema con molte opacità, causa di un territorio disastrato per varie responsabilità e per carenza di contrasto agli illeciti.Una situazione drammatica da una parte e dai gravi risvolti politico-istituzionali dall’altra: e questa è solo la punta dell’iceberg di quanto raccolto dalla Commissione Bicamerale in Umbria. Per tale motivo, ho chiesto e ottenuto che l’esito della “missione” fosse formalizzato in un rapporto finale che sarà predisposto a breve dalla Commissione.

La settimana prossima, insieme al collega senatore Stefano Candiani, segretario dell’Umbria, convocheremo una conferenza stampa in Senato a Roma per presentare un quadro complessivo della situazione anche alla luce dei drammatici sviluppi di questi giorni come il sequestro dei Carabinieri del Noe dell’ex bacino minerario dell’Enel in Valnestore e due pozzi, uno a Tavernelle e uno nella centrale di Pietrafitta.

Paolo Arrigoni

Senatore Lega Nord e membro della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli Ecoreati

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Il senatore Arrigoni (Lega Nord) interviene sul sistema rifiuti umbro: “Sospetti fondati, le indagini vadano avanti”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien