CALVI DELL’UMBRIA: un pezzo di storia lascia Calvi, è morto Livio Leonardi

aveva guidato per anni la Pro Loco e l’Avis comunale

Questa mattina Livio Leonardi ci  ha lasciato per sempre, ha lasciato il suo amato paese e i suoi compaesani, lasciando tutti di stucco e increduli di fronte alla tragica notizia, che piano piano ha fatto il giro del piccolo  centro umbro e del web, grazie ai social che ne hanno subito diffuso la triste notizia.

Come ogni mattina, anche oggi si era alzato di buon ora Livio, come era sua solita abitudine fare, si era recato al bar per fare una bella colazione con il suo classico cappuccino con caffè lungo e poco latte e una bella chiacchierata con gli amici mattinieri di sempre. Successivamente si è recato a fare la spesa, si stava preparando per andare in gita presso il Lago di Garda, poi via di corsa con la sua inconfondibile Panda nera verso casa, situata in località “Casone”, l’ultimo viaggio verso la sua dimora, infatti salite le scale, ha infilato le chiavi nel portone e improvvisamente il malore, che lo ha accasciato a terra, senza che di fatto potesse riprendere conoscenza.

Ad accorgersi del povero Livio, è stato il vicino di casa, che ha immediatamente chiamato i soccorsi del 118, che lo hanno condotto tempestivamente presso l’ospedale S. Maria di Terni, ma il destino ha voluto che durante il tragitto Livio è deceduto. Tanti sono i ricordi che hanno legato Livio a Calvi e ai calvesi, le tante sagre paesane organizzate nella piazza principale del paese, ossia piazza Mazzini, il Girofestival condotto dal Dj di Telemontecarlo Awanagana, che a inizio anni 80, grazie a Livio, fece tappa presso il campo sportivo comunale di Calvi, oppure lo spettacolo condotto da Corrado e Patrizia Pellegrino con Bruno Lauzi e Jack La Cayenne sempre a metà anni 80 nel campetto da tennis adiacente l’ex caserma dei carabinieri .

Il sottoscritto come ideatore del giornalino “Evviva San Pancrazio”, non può non ricordare con molto piacere, la grande disponibilità dell’amico Livio nel collaborare con vari articoli,che sono stati pubblicati sulla rivista promozionale della festa di S. Pancrazio, festa a cui Livio teneva tantissimo.

Come dicono tanti cittadini: “si avrà avuto anche qualche difetto, come tutti d’altra parte, ma era l’unico che sapeva organizzare eventi e gestire certe associazioni, perché aveva spirito di iniziativa ed era sempre attivo nel pensare cosa bisognava fare per questa o quella occasione”

Era stato anche un fondatore dell’unica Radio presente a Calvi, aveva portato le gare nazionali di karting e ultimamente allestiva in agosto la festa dell’Avis, con la presenza di cabarettisti provenienti da Zelig, la nota trasmissione televisiva. Sicuramente Livio mancherà tanto a Calvi, mancherà il suo spirito d’iniziativa e mancheranno le sue idee, perché nonostante i suoi 81 anni (compiuti lo scorso aprile), era una persona che ancora dava e poteva dare tanto alla comunità calvese. Ovviamente non possiamo non ricordalo come corrispondente della testata giornalistica del “Corriere dell’Umbria”, il suo grande impegno a raccontare i fatti della sua terra, ricordo spesso tra “colleghi”ci trovavamo a commentare e discutere dei vari fatti locali e non.

I funerali si svolgeranno domani alle ore 18:00 presso la chiesa parrocchiale di S. Maria e S. Valentino di Calvi dell’Umbria

Ovviamente alla famiglia Leonardi, i figli Giuseppe, Guido e Pierluigi, vanno le più sentite condoglianze  del sottoscritto e di tutta la redazione di Etrurianews Umbria.       

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "CALVI DELL’UMBRIA: un pezzo di storia lascia Calvi, è morto Livio Leonardi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien