Privilege Yard – Pasqualino Monti replica: “Ho affittato regolarmente attico e superattico a 1.800 euro al mese”

CIVITAVECCHIA – Non si è fatta attendere a lungo la replica, con le solite minacce di querela, del commissario dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti sulla vicenda relativa al presunto pagamento, da parte di Privilege, dell’affitto di una casa di sua proprietà.

Una vicenda “travisata”, secondo quanto riporta in una nota il numero uno di Molo Vespucci.

Monti dichiara di aver affittato, tramite agenzia, un attico e un super attico totalmente arredato alla Privilege Yard. ”

Alla fine del 2010 – dichiara il commissario Monti – quando il cantiere era ancora regolarmente aperto ed attivo, alla società serviva una foresteria per alcuni suoi tecnici, gli architetti Di Pilla.

A febbraio del 2011, quando il sottoscritto non era ancora Presidente, ha affittato, tramite agenzia, alla PrivilegeYard, con un contratto di locazione del tutto trasparente in quanto al medesimo intestato e regolarmente registrato, un attico ed un super-attico totalmente arredato, comprensivo di relativo garage, 128 mq di appartamento e 100 mq di terrazzi sul porto, al canone mensile di 1800 euro, ovvero 21600 euro in totale, oltre alle spese di utenza, non pagate dalla Privilege.

Importo affatto corrispondente – sostiene Monti – a 43.200 euro, ovvero ‘a circa il triplo dei valori medi dei prezzi di mercato del 2011 e del 2012’ come riportato dall’articolo, ma assolutamente in linea con le caratteristiche di un’abitazione nuova di quel tipo, come si può tranquillamente verificare consultando il sito dell’Agenzia delle Entrate. Dopo un anno – prosegue il commissario di Molo Vespucci – alla scadenza del contratto, non essendo stato integralmente onorato dalla Privilege Yard, lo stesso non veniva rinnovato; parimenti subentravano nella qualità di conduttori, alle medesime pattuizioni, gli architetti Di Pilla, i quali, però, non essendo più stati pagati dalla Privilege, dopo pochi mesi, non provvedevano più al versamento dei canoni e per l’effetto, erano costretti a lasciare l’immobile.

Inserire il nome del sottoscritto all’interno di un articolo afferente un’inchiesta sulla bancarotta e la distrazione di fondi della Privilege – continua Monti – appare un’operazione mirata unicamente a gettare fango e discredito sulla immagine di chi, da Commissario dell’Autorità Portuale, si sta adoperando per quanto di sua competenza per cercare di recuperare l’area, strategica per lo scalo, che altri hanno ritenuto di concedere alla società oggi fallita”.

“Atti – spiega Monti – che si riferiscono agli anni 2007, 2009 e marzo 2011. Il sottoscritto, invece, è stato nominato Presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia solamente a giugno 2011. Non solo chi scrive non ha mai firmato alcuna concessione – conclude Monti – ma non ha mai neppure presenziato, una volta divenuto Presidente, ad alcun evento della Privilege, neanche all’inaugurazione della seconda chiglia, avvenuta nel 2013”.

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Privilege Yard – Pasqualino Monti replica: “Ho affittato regolarmente attico e superattico a 1.800 euro al mese”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien