NARNI: ex Adica, 200mila euro dalla Regione per la bonifica più urgente

Morelli: “da Area di crisi complessa potrebbe arrivare soluzione 

Sono previsti 200mila euro per smaltire buona parte dei materiali inquinanti presenti nell’ex sito industriale Adica a Nera Montoro. Lo rende noto l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli (nella foto) il quale ricorda che una parte dei fondi, per un importo di 50mila euro, sono già stati spesi. “Sono serviti – fa sapere in una nota – per smaltire i materiali pericolosi i cui stoccaggi erano maggiormente esposti agli agenti atmosferici e che potevano quindi creare problemi con sversamenti ed inquinamento delle falde”. Morelli sottolinea l’apporto decisivo della Regione Umbria che ha finora messo a disposizione le somme necessarie e puntualizza che “la situazione ambientale di Adica è costantemente monitorata grazie al lavoro sinergico dei vari enti locali affinché il sito rimanga in sicurezza per l’ambiente circostante”. Sempre Morelli ricorda poi che “a fronte del fallimento, la proprietà ha lasciato all’interno del sito una quantità considerevole di rifiuti e sostanze pericolose che senza un presidio continuativo possono creare un grave problema ambientale. Purtroppo – aggiunge – tale condotta irresponsabile della proprietà ci costringe, per il mantenimento in sicurezza del sito, ad intervenire con risorse economiche pubbliche. Nonostante il coinvolgimento del ministero dell’Ambiente, che di fatto ha escluso qualsiasi forma di aiuto, solamente grazie alla Regione stiamo effettuando degli interventi di smaltimento per eliminare al massimo le fonti di pericolo”. “Al termine di questa prima fase, riferisce Morelli, Comune, Regione ed enti preposti ai controlli ambientali faranno nuove valutazioni per capire come e dove intervenire. Purtroppo – dichiara l’assessore – già sappiamo che sicuramente saranno necessari ulteriori azioni per migliorare la sicurezza del luogo, compito che avrebbe dovuto svolgere il privato e di cui invece si sta facendo carico la parte pubblica per garantire la sicurezza di tutti noi. Non possiamo sottrarci a questo impegno. Sicuramente le risorse per l’area di crisi complessa potranno rappresentare un’occasione per risolvere definitivamente questo problema con interventi di bonifica. Ad oggi l’area pur essendo di grande interesse strategico, non vede alcuna possibilità di sviluppo e solamente  un recupero ambientale definitivo potrà garantire l’insediamento di nuove attività produttive”.

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "NARNI: ex Adica, 200mila euro dalla Regione per la bonifica più urgente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien