Civitavecchia Porto – Altra bufera a Molo Vespucci. Africano a Singapore a spese dell’ente, adesso deve dimettersi

Il membro del Comitato di Gestione ha “accettato” l’invito spesato e in conflitto con il suo ruolo mentre l’agenzia bussa a cassa perché non ha ancora ricevuto i soldi del suo biglietto

CIVITAVECCHIA – Africano non ha brillato certo di acume. Rappresentante per Roma Capitale nel comitato di gestione dell’Autorità di Sistema Portuale, nominato da Virginia Raggi, è colui il quale ha il compito di vigilare e votare, favorevolmente o al contrario le proposte che di volta in volta gli vengono sottoposte dal presidente Francesco Maria Di Majo.

Con una leggerezza imbarazzante, si è fatto prendere dall’entusiasmo di un invito a partecipare, con l’ente, ad un viaggio di rappresentanza a SIngapore.

Non ci sarebbe nulla di strano se accettando l’invito avesse messo mano al suo portafogli e pagato le spese di viaggio.

No. A quanto pare il biglietto gli è stato gentilmente offerto, e questo non poteva farlo, dall’Autorità di Sistema portuale.

Che il biglietto di Africano sia a carico dell’ente lo si è scoperto dalle due Pec che l’agenzia di viaggi di Roma ha inviato come solleciti all’ufficio ragioneria e contabilità.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale ha partecipato alla missione, svoltasi a Singapore, organizzata dal “The International Propeller Clubs” con il coordinamento dell’Ambasciata d’Italia nella città-Stato del sud-est asiatico.

Quest’anno l’evento prevedeva una nutrita partecipazione: rappresentanti di ben nove Autorità di Sistema Portuale, del Propeller Club nazionale, di SRM – Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, Presidenti di Associazioni del Cluster marittimo e logistico italiano, professionisti, nonché rappresentanti del mondo accademico ed universitario nazionale.

A rappresentare l’Adsp per conto del presidente Francesco Maria di Majo è stato l’avvocato Maurizio D’Amico, funzionario dell’ente; su invito del presidente, alla missione ha partecipato anche l’ingegner Matteo Africano, componente del Comitato di Gestione dell’AdSP designato dalla Città Metropolitana di Roma Capitale e profondo conoscitore delle dinamiche economiche e produttive di Singapore.

Questo passaggio che trovate scritto in blue è porzione del comunicato stampa che l’ente ha inviato ai giornali (non a noi ovviamente) e quel passaggio sull’invito di Matteo Africano fa riflettere. Perché se lo ha invitato Di Majo il biglietto, invece di pagarlo di tasca sua, ha utilizzato i soldi dell’ente?

Crediamo che la cosa sia di cattivo gusto soprattutto perché regalie, quelli del Movimento 5 Stelle, le rifiutano a prescindere.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi deve essere informata di come il suo delegato nel comitato di gestione si sia lasciato convincere così facilmente ad andare a Singapore.

Chissà se ha la stessa fermezza quando deve votare all’interno del Comitato di Gestione oppure, come accaduto l’ultima volta, chissà con quale giustificazione non si è presentato affatto.

L’ufficio stampa dell’ente dovrebbe inviare agli altri organi di informazione (tanto a noi non la manderebbero) una nota di precisazione visto che, da lunedì, ci saranno gli ispettori del Ministero dei Trasporti magari ansiosi di saperlo anche loro.

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Civitavecchia Porto – Altra bufera a Molo Vespucci. Africano a Singapore a spese dell’ente, adesso deve dimettersi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien