Anna Fendi, tra le passerelle e la Tuscia

Ronciglione – Abbiamo incontrato Anna Fendi, stilista e imprenditrice che insieme alle sorelle Paola, Franca, Carla e Alda hanno reso celebre nel mondo il marchio Fendi.
Anna ha un pezzo di cuore nella Tuscia, precisamente a Villa Venturini Fendi di Ronciglione, dimora di famiglia che ha sapientemente trasformato in un eccellente luogo di ospitalità: “La Canonica dei fiori”.
Iniziamo con l’impronta che Anna Fendi e le sue sorelle hanno lasciato nel mondo della moda a livello internazionale.

I miei genitori hanno iniziato nel 1925 con un piccolo negozio di famiglia, gestito da mia madre, lei, che è sempre stata la colonna portante delle nostre vite e grande trascinatrice ha coinvolto tutte noi nella gestione di questa piccola realtà nel cuore di Roma. Col tempo da un negozio abbiamo piano piano creato delle succursali che avevano un’unica identità: i nostri prodotti in pelle e pelliccia sono ben presto diventati sinonimo di originalità e qualità. Ad essere sincera all’inizio non ero per niente entusiasta di questo lavoro, non capivo perché dovevo acquistare cose per poi rivenderle, volevo metterci del mio, creare con la mia testa, passare dalla parte della produzione, proporre accessori nati dalle mie idee”.
Ed è proprio nella creatività che Anna concentra il suo obiettivo, da cui sarà ampiamente ricompensata. Sarà lei la responsabile dello studio stile, delle tante linee specifiche come degli accessori. Per l’abbigliamento si confrontava con Karl Lagerfeld unico direttore creativo ancora oggi. Per la pellicceria il confronto era tra tutte e cinque le sorelle e il grande maestro Karl.
Con sacrifici e dedizione abbiamo avviato un nuovo punto vendita in un ex teatro di via Borgognona dove riunire atelier, show room, laboratori e spazio vendita”.
Nel 1965 inizia il sodalizio con Karl Lagerfeld. Nel 1999 l’acquisto del prestigioso Palazzo Fendi, tempio di una bellezza senza tempo, e nel 2000 la vendita dell’azienda a LVMH, ( gruppo Vuitton).
Ed oggi qui, a “La Canonica dei Fiori” di Ronciglione, dove sarà presentato l’evento “Sfumature di Natale”.
Questa proprietà apparteneva alla famiglia di mio marito. Ci vengo da quando avevo diciassette anni, l’età in cui mi sono fidanzata con lui. In questo luogo ho passato dei momenti bellissimi. Mi hanno raccontato che durante la guerra purtroppo è stato occupato e bombardato. La famiglia ha cercato di recuperare quello che si poteva e quando sono rimasta vedova, per la prematura scomparsa di mio marito (aveva solo quarantadue anni ndr) ho voluto restaurare questo meraviglioso luogo che è un pezzo della mia vita e del mio cuore. Sfumature di Natale, patrocinato dal Comune di Ronciglione, è nato grazie all’ organizzazione dell’ event planner Maria Rosa Borsetti, grande professionista nello studio e realizzazione di eventi e della sua squadra di esperti che si sono prodigati per l’ottima riuscita dell’iniziativa, volta a mettere in risalto le forze lavoro e i prodotti del territorio. Quasi cinquanta le eccellenze coinvolte tra artisti, artigiani, chef, giornalisti, musicisti e cantanti che daranno vita ad una giornata indimenticabile tra concerti, performances artistiche, canti e degustazioni”.
Il cibo, abilmente preparato da prestigiosi e accreditati chef in collaborazione con la Taverna della Canonica ristorante diretto da Federico Dezi, sarà accompagnato da una degustazione vini Select by Anna Fendi. “Quella per i vini – conclude – è una passione che mi accomuna al mio compagno di vita ed esperto di vini, insieme abbiamo voluto raccogliere le migliori etichette italiane e presentarle sotto il marchio AFV select by Anna Fendi”.

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Anna Fendi, tra le passerelle e la Tuscia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien