Civitavecchia Porto – La Lega chiede al Sottosegretario Rixi e al Ministro Toninelli il commissariamento di Molo Vespucci

Il partito di Governo finalmente esce allo scoperto e sferra un attacco durissimo contro i vertici di Molo Vespucci: “Stanno favorendo altri scali mettendo in pericolo posti di lavoro. Francesco Maria Di Majo va rimosso il prima possibile”

CIVITAVECCHIA – Riceviamo e pubblichiamo: Civitavecchia. Dopo la conferenza stampa di Port Mobility arrivano le dichiarazioni della Lega Civitavecchia che con una nota molto dura prende posizione contro i virtici di Molo Vespucci arrivando a chiedere ai suoi ministri la rimozione del presidente Francesco Maria Di Majo.

“La Lega di Civitavecchia dichiarano – segue con crescente preoccupazione le innumerevoli vertenze all’interno dello scalo portuale. L’attuale gestione del porto di Civitavecchia negli ultimi mesi non ha fatto altro che accrescere ed aumentare situazioni di tensione che rischiano di portare il nostro porto al collasso, producendo un danno irreparabile al tessuto economico e sociale della nostra città.

Con un colpo di mano, che rischia di mettere in pericolo ed in ginocchio aziende e famiglie di Civitavecchia, il presidente Francesco Maria di Majo ha avviato quella che sembra una vera e propria occupazione militare del porto della nostra città. È notizia delle ultime ore l’avvio di procedure di revoca delle concessioni e servizi alle due maggiori società di interesse portuale all’interno dello scalo. Queste due nuove gravissime vertenze appena cominciate si aggiungono alle altre innumerevoli causate dalla gestione dell’attuale presidente che, con un disegno sempre meno chiaro e volto a danneggiare la nostra città, sta giorno dopo giorno impoverendo l’economia del porto, favorendo altri scali. Tanto da porre una seria domanda: si tratta di semplice improvvisazione, o siamo davanti ad un disegno volto unicamente a distruggere quanto di buono negli anni è stato creato per portare un po’ di economia e sviluppo?

Stefano D’Angelo, Francesco Zicchieri, Alessandro D’Amico

Port utility e Port mobility unitamente ed imprescindibilmente dalla loro gestione e proprietà rappresentano due eccellenze imprenditoriali che la nostra città non può permettersi di perdere. Il grido d’allarme che arriva da quei settori si aggiunge ad altri “sinistri” campanelli suonati nel recente passato, con la vertenza Total Erg risolta solo ed esclusivamente grazie alla nomina di un commissario ad acta, la vertenza tra CFFT e RTC causata dalla sciagurata interferenza dello stesso presidente all’interno di rapporti commerciali consolidati da lungo tempo che rischia di far perdere a Civitavecchia lo storico traffico delle banane, la vicenda Minosse che ha visto la nostra AdSp spettatrice passiva di uno scontro che ha messo in pericolo il posto di lavoro di centinaia di padri di famiglia della Storica Compagnia portuale ed infine la gravissima situazione in cui versa la PAS Port Autority Security. La società vede ancora incerto il futuro per decine di dipendenti è in corso inoltre una Inchiesta giudiziaria, i cui risvolti ci auguriamo saranno presto noti vista la gravità delle accuse in essere. Questi sono solo alcuni dei segnali reali ed inequivocabili di una incapacità ormai manifesta.

Patrizio Carraffa con Matteo Salvini

Il presidente Francesco Maria di Majo appare sempre meno adeguato a guidare con la necessaria fermezza e capacità il porto di Civitavecchia preso ed impegnato nel portare avanti piccole vendette personali. Ci appelliamo pubblicamente alla sua sensibilità, affinché intanto interrompa immediatamente la procedura per lasciar passare un Natale più sereno ai lavoratori delle società interessate. Per l’intanto, ci corre l’obbligo di informare tutti che la Lega di Civitavecchia ed i suoi responsabili a tutti i livelli si stanno adoperando e si batteranno affinché tutto questo finisca presto.

Chiediamo che quanto prima il Governo provveda alla sostituzione del Presidente Di Maio con qualcuno di più adeguato e capace. Chiediamo al Nostro Viceministro Rixi ed al Ministro Toninelli di intervenire prima che il nostro porto e la nostra città vengano irreparabilmente danneggiati dal Presidente nominato dal Partito Democratico Francesco Maria di Majo”.

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Civitavecchia Porto – La Lega chiede al Sottosegretario Rixi e al Ministro Toninelli il commissariamento di Molo Vespucci"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien