Civitavecchia -Sull’appalto delle pulizie e portierato del Comune qualcosa non torna

L’Amministrazione comunale non paga le fatture da sei mesi e i lavoratori ancora devono avere lo stipendio di dicembre. Cosa sta succedendo?

CIVITAVECCHIA – Lo strano attaccamento del consigliere di maggioranza, Francesco Fortunato, sull’appalto delle pulizie e portierato del comune di Civitavecchia suscita un po’ di interesse e molti malumori.

La cosa ha stuzzicato anche il nostro interesse e quindi siamo andati a verificare come mai, un consigliere comunale, ancorché delegato al lavoro, partecipi attivamente alle riunioni sindacali, prendendo addirittura posizioni alquanto discutibili (ci dicono).

Abbiamo visto in questo ultimo anno gli attacchi sferrati dalla UGL di Civitavecchia nella persona della Segretaria Confederale Fabiana Attig sullo strano modo di agire dell’ATI Sgm/ Scala Enterprise.

In particolare proprio sulla Scala Enterprise, il tutto nel totale silenzio da parte dell’amministrazione, compreso del consigliere Fortunato che, invece, dovrebbe dire almeno la sua.

Ricordiamo che la segretaria Confederale Fabiana Attig ha sempre preteso il rispetto delle leggi e del capitolato di appalto.

Un appalto unico ed indivisibile, all’interno del quale la gestione del personale doveva avvenire in maniera identica e non separata anche dal punto di vista della fatturazione.

La legge infatti prevede ( dlgs 163/06 art.37)  che l’impresa mandataria (capo fila Sgm) quale unica referente in esclusiva della stazione appaltante, ovvero il Comune, per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura dipendenti dell’appalto ivi compreso il pagamento delle fatture effettuate da subito in maniera separata.

Favorendo nei fatti un rapporto preferenziale con la Scala Entreprese alla quale, in questi ultimi due anni, gli è stato concesso un po’ di tutto!

Francesco Fortunato, evidentemente nell’esercizio del suo controllo, non si è accorto di nulla o magari ha fatto finta di non vedere!

Neppure quando Scala, la società che sta svolgendo i lavori, ha beneficiato di ulteriori lavori comunali (molto ben pagati), senza che vi fossero estensioni di appalto, così come previsto dal Dlgs 50/16.

Non si è neppure reso conto che per tali lavori venivano utilizzati gli stessi lavoratori dell’appalto del Comune.

Una distrazione di non poco conto se pensiamo che non vi è nessuna determina o delibera nel 2018 che abbia autorizzato l’ATI a tale estensione. 

Chi ci ha guadagnato tra tutte queste distrazioni? 

Oggi il presunto propagandistico duro attacco del delegato ai rapporti sindacali Francesco Fortunato appare quanto mai di parte, tuonando afferma: “Ancora una volta l’amministrazione ha dovuto constatare che una parte dell ‘AtI (SGM) continua imperterrita a fornire disservizi, soprattutto ai lavoratori non pagando loro gli stipendi”.

Perché Fortunato non dice chiaramente come stanno le cose?

Cioè che è proprio la sua Amministrazione ad arrecare danno economico ai lavoratori, non pagando le fatture a SGM da ben 6 mesi?

Mente sapendo di mentire o non lo sa?

Infatti è stata proprio la capo fila dell’ATI a chiedere al comune di sostituirsi per il pagamento degli stipendi non potendo più sostenere tale ostruzionismo. Forse è il Caso che qualcuno inizi veramente a vigilare sulla condotta di questo appalto. Tanto più se il mancato pagamento delle fatture a SGM sembrerebbe una piccola ritorsione sulla pretesa della fatturazione unica.  

Quello che ci lascia perplessi è perché il “Grillino” Fortunato, ma anche lo stesso sindaco non hanno mai inteso vigilare sulle tante denunce fatte dai dipendenti e dalla UGL da un anno a questa parte.

Perché non ci spiegano il ruolo (non quello paventato) da tale Anna Maria Barbieri, braccio destro della dottoressa Roberta Scala della Scala Enterprise, unica vera beneficiaria di questo “grasso grosso appalto”?

E’ chiaro che sia gli uffici tecnici che l’amministrazione 5 Stelle, su questa vicenda stanno viaggiando sotto braccio anche grazie all’attuale compagine sindacale, su questo non abbiamo dubbi. Di certo questa storia non finisce qui e il consigliere Fortunato che tanto si è prodigato avrà molto da spiegare nei prossimi giorni a chi questi dubbi, legittimamente, sono venuti.

 

20150410CAPITOLATO

 

 

Riscontro_richiesta_accesso_atti_UGL_del_08-10-2018.stamped

 

 

Prot. 70893 del 06-08-18 RIscontro_nota_UGL_del_30-07-18.

 

 

Comunicazione_per_UGL_del_19-10-2018.stamped

 

 

20190206102054505

 

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Civitavecchia -Sull’appalto delle pulizie e portierato del Comune qualcosa non torna"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien