#Tarquinia2019 – Gli “sfascisti” di Riglietti (come previsto) ritornano alla “destra” del padre Moscherini

Dopo il nostro articolo, finalmente, finisce la farsa sulla improbabile candidatura a sindaco del dottor Riglietti con “Fratelli d’Italia” annunciato in pompa magna oltre un mese fa dai vertici provinciali del partito

TARQUINIA – Lo avevamo scritto in più circostanze come sarebbe andata a finire l’esperienza da “sindaco” del dottor Alberto Riglietti. Annunciato in pompa magna in una conferenza stampa tenuta a Viterbo quale candidato sindaco per Fratelli d’Italia, ha cercato, inutilmente, di mettere in piedi una squadra competitiva. In qualcosa è riuscito però. Ha spaccato il partito che prima aveva una gruppo di iscritti, una sede politica e faceva iniziative sul territorio.

Adesso quel gruppo non c’è più. Il partito commissariato e la candidatura a sindaco svanita. Con un comunicato ufficiale inviato alle redazioni dei giornali ha annunciato il passo indietro. E’ tornato da chi lo tenne a battesimo nel 2017 e lo fece eleggere. E’ vero che lo tradì pochi mesi dopo e fece gruppo a se, ma questa è un’altra storia già scritta.

Adesso c’è grande attesa per i nomi dei candidati della lista Fratelli d’Italia, nel frattempo ecco il comunicato diffuso dall’ex candidato sindaco Riglietti:

Può accadere nella vita di dover fare un passo indietro al fine di contribuire ad un salto in avanti di una intera Comunità. È il caso del dottor Alberto Riglietti, medico di Tarquinia, il quale mettendo da parte ogni suo personalismo, ha deciso, unitamente al Gruppo di Fratelli d’Italia, di contribuire con la propria lista, a costruire una regia in favore del dott. Gianni Moscherini per conferire qualità e spessore alla nuova Amministrazione Comunale.

È necessario realizzare una coalizione che ha solo come unico interesse il bene della Città, con l’innesto di una nuova generazione di Amministratori. Tarquinia ha bisogno di progetti programmatici, che daranno impulso alle varie attività locali. Necessita quindi un cambio di passo nella costruzione di una nuova progettualità programmatica della coalizione per una spinta di rinnovamento che dovrà caratterizzare i prossimi cinque anni di governo.

La nuova coalizione sarà la “squadra del fare” la “squadra sempre tra la gente”. Donne ed uomini ci incoraggiano a proseguire in questa direzione per la risoluzione delle problematiche relative al lavoro per i giovani alla creazione di infrastrutture ed opere mai realizzate, all’incremento delle attività culturali e sportive; con uno slancio verso la risoluzione dei problemi del lido sinora abbandonato a se stesso.

Una Amministrazione che pone al centro particolare attenzione alle problematiche del commercio artigianato ed agricoltura. Senza voler strafare e senza promesse illusorie ma con la certezza di impegnarsi a fondo perché Tarquinia possa finalmente rinascere come merita.

Questo l’impegno che il dottor Riglietti con il gruppo di Fratelli d’Italia si sente di garantire alla gente lavorando a fianco di Moscherini che porterà in dotazione la sua esperienza politica che gli ha consentito di realizzare, nel recente passato, opere di grande interesse nelle realtà dove è stato impegnato.

Questo il nostro impegno al quale va aggiunto, con forza, la risoluzione prioritaria dei problemi del nostro amato “ospedale”. Costi quel che costi!

 

 

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "#Tarquinia2019 – Gli “sfascisti” di Riglietti (come previsto) ritornano alla “destra” del padre Moscherini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien