Election day nella Tuscia: Parlamento europeo e amministrazioni comunali al rinnovo

 Viterbo – Le elezioni di Domenica 26 maggio 2019 saranno particolarmente importanti perché si tratterà di un election day. Infatti si svolgeranno le consultazioni sia l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia che quelle per il rinnovo delle amministrazioni comunali .
Le votazioni riguarderanno il rinnovo dei Consigli comunali in 27 centri, chiamati a nominare un nuovo primo cittadino. Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23. La tornata elettorale coinvolgerà molti paesi con meno di 10mila abitanti, ma la maggiore attenzione è posta per i due Comuni dove la popolazione supera i 15 mila abitanti, che sono Civita Castellana e Tarquinia. In questi due centri sarà possibile affrontare un eventuale turno di ballottaggio domenica 9 giugno, nel caso in cui uno dei candidati non dovesse raggiungere il 50%+1 delle preferenze. Negli altri Comuni il candidato che al primo turno elettorale raggiungerà la maggioranza dei voti verrà eletto nuovo sindaco. Sono invece già certi della elezione sia Piero Camilli (Grotte di Castro) che Edoardo Giustiniani (Cellere): sono gli unici candidati sindaco nei loro Comuni. Di seguito l’elenco completo dei Comuni chiamati al voto e la lista dei candidati che si presenteranno dei due Comuni più grandi in provincia di Viterbo, vale a dire Civita Castellana e Tarquinia.

Come e quando si vota nei grandi Comuni (oltre 15mila abitanti)
Per eleggere il nuovo sindaco si voterà domenica 26 maggio dalle 7 alle 23. Le indicazioni sulle modalità di voto variano in base alla grandezza del Comune. Per votare sarà necessario recarsi nella propria circoscrizione muniti di tessera elettorale e di documento d’identità. Nei Comuni che superano i 15mila abitanti, in questo caso Civita Castellana e Tarquinia, diventa sindaco il candidato che supera il 50%+1 dei voti. Qualora il candidato non dovesse raggiungere questo risultato al primo turno si procederà all’eventuale turno di ballottaggio, che si terrà due settimane dopo il primo voto (in questo caso si terrà il 9 giugno). All’interno della scheda saranno scritti i nomi dei candidati con al fianco i simboli delle liste a essi collegate. Vicino ai simboli ci saranno delle righe bianche, nelle quali si potrà indicare le preferenze relative ai candidati di quella lista. Si possono esprimere massimo due preferenze per i consiglieri comunali; qualora si dovesse esprimere più di una preferenza è obbligatorio che i nomi indicati appartengono a un uomo e una donna. L’indicazione dei nomi dei consiglieri non è obbligatoria. È previsto il voto disgiunto.

Si può votare in quattro modi:
-Con un solo segno sul nome del candidato sindaco
-Con un solo segno su di una lista legata al candidato
-Con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro su una lista a lei/lui collegata
-Con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro su una lista non collegata (Voto disgiunto).

Come e quando si vota nei piccoli Comuni (meno di 15mila abitanti)

Anche nei piccoli Comuni la tornata elettorale per eleggere il nuovo primo cittadino è prevista per Domenica 26 maggio dalle 7 alle 23. Nei piccoli centri non esiste la regola del ballottaggio. Il candidato sindaco che nella tornata elettorale ottiene il maggior numero di voti sarà eletto primo cittadino. Se il Comune ha una popolazione compresa tra i 5mila e i 15mila abitanti si potranno esprimere due preferenze per i consiglieri comunali (sempre con l’obbligatorietà dell’alternanza di genere). Se il Comune ha meno di 5mila abitanti si potrà esprimere solo una preferenza. Non è previsto il voto disgiunto.

Si può votare in tre modi:
-Con un solo segno sul nome del candidato sindaco
-Con un solo segno sulla lista collegata al candidato sindaco
-Con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro sulla lista correlata.

Cosa fare in caso di smarrimento o deterioramento della tessera elettorale
Non sarà possibile votare senza presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale. In caso di deterioramento, smarrimento o furto della tessera elettorale il cittadino potrà richiederne un duplicato attraverso domanda all’ufficio Elettorale su modulo prestampato, disponibile presso l’ufficio stesso. Nel caso in cui la tessera fosse deteriorata, il cittadino riconsegnerà quella in suo possesso. Qualora fosse stata rubata o smarrita, il cittadino compila compila e sottoscrive presso l’Ufficio Elettorale una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, che sostituisce la denuncia ai Carabinieri o agli uffici della Polizia di Stato. Il rilascio del duplicato della tessera è immediato.

Elezioni comunali a Civita Castellana
Uno scontro a cinque nel Comune di Civita Castellana, il centro più popoloso della provincia viterbese. Il centrodestra si presenta spaccato alle urne, con Franco Caprioli (Lega, Fdi, Noi con Civita Castellana) e Domenico Parroccini (Forza Italia e Udc) in lotta per conquistare la poltrona di sindaco. A loro si contrappongono Antonio Zezza (Pd e Insieme per Civita), Maurizio Selli (Movimento 5 Stelle) e Yury Cavalieri (Rifondazione Comunista).

Elezioni comunali a Tarquinia
L’altro Comune a superare i 15mila abitanti è Tarquinia, che si appresta a scegliere il nuovo sindaco. Anche qui si profila una lotta tra cinque candidati di diversi partiti politici: Forza Italia e Fdi scelgono Gianni Moscherini come primo candidato, rappresentato dalle liste “Tarquinia capitale dell’Etruria, Tarquinia il cantiere della nuova politica, Obiettivo Comune e Fratelli d’Italia”. A contendergli il posto l’ex primo cittadino Alessandro Giulivi, appoggiato dalla Lega e dalle due civiche Lista Futura e Noi con Tarquinia. Chiudono il cerchio Maurizio Conversini ( Movimento civico per Tarquinia), Andrea Andreani (Movimento 5 Stelle) e Sandro Celli (Tutti per Tarquinia, Democratici per Tarquinia, Impegno Sociale).

Tutti i Comuni al voto in provincia di Viterbo
Di seguito l’elenco completo di tutti i Comuni in provincia di Viterbo chiamati al voto per rinnovare il Consiglio comunale il prossimo 26 maggio:

Bagnoregio (367 abitanti)
Bassano in Teverina (1277)
Bolsena (4137)
Calcata (905)
Canepina (3149)
Capodimonte (1741)
Castiglione in Teverina (2385)
Celleno (1343)
Cellere (1230)
CivitaCastellana (15596)
Civitella d’Agliano (1658)
Farnese (1631)
Gradoli (1474)
Graffignano (2319)
Grotte di Castro
Ischia di Castro (2795)
MonteRomano (2007)
Monterosi (3868)
Nepi (9353)
Onano (1017)
Piansano (2147)
San Lorenzo Nuovo (2166)
Tarquinia (16016)
Tessennano (350)
Tuscania (8145)
Vejano (2298)
Villa San Giovanni in Tuscia (1313)

Share Button

COMMENTA PER PRIMO SU "Election day nella Tuscia: Parlamento europeo e amministrazioni comunali al rinnovo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrá pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien